home page borsa acquisti
editrice elèuthera foreign rights media catalogo universita percorsi eventi contatti  
scheda libro
| | stampa scheda
 
scarica immagine
Sahlins
L’ECONOMIA DELL’ETÀ DELLA PIETRA

traduzione di Lucio Trevisan

Giugno 2020
A cura di Roberto Marchionatti
 
l'opera
Sfatando i pregiudizi etnocentrici, Sahlins ci mostra, con il rigore che lo contraddistingue, come l'economia sia una categoria culturale più che comportamentale e che abbia a che fare più con la politica e la religione che con la razionalità.

Edizione rivista e ampliata con una nuova introduzione dell'autore e una nuova prefazione di David Graeber


In quello che è ancor oggi ritenuto il testo fondativo dell'antropologia economica e che affronta ambiziosamente la questione della natura dell'economia e di come svilupparne uno studio comparato, Sahlins rivoluziona le vecchie e sorpassate idee sull'economia delle società cosiddette primitive, svelando come in realtà esse fossero delle vere e proprie società dell'opulenza. Come ci ricorda David Graeber nell'Introduzione, Sahlins – nel capitolo «L'originaria società opulenta», inizialmente pubblicato nel 1968 come saggio nella rivista di Sartre «Les Temps Modernes» – ha messo in discussione l'idea stessa che ci fosse mai stato qualcosa di definibile come «progresso economico».
Di fronte alle profonde crisi economiche e sociali che attraversano la società contemporanea, molti si sono chiesti: a che serve l'economia, a che servono gli economisti? A partire da questi interrogativi è tornata in auge una critica dell'economia che ha come obiettivo la costruzione di una nuova scienza economica e sociale che si ponga, e aiuti a rispondere a, domande del tipo: come garantire l'accesso ai mezzi di sostentamento in un contesto di rapido aumento della produttività e di diminuzione della richiesta di forza lavoro, senza al contempo distruggere la Terra? Se Sahlins si rivolge al passato, attingendo alla sconfinata ricchezza della creatività e della sperimentazione umana che solamente l'antropologia è in grado di svelare, lo fa solo per guardare al futuro, per liberarci dai nostri preconcetti, e per instradarci verso idee nuove che ci pemettano di ripensare questioni oggi vitali per la società umana.
l'autore [scheda autore]
Marshall Sahlins, professor emeritus presso l'Università di Chicago, è uno dei "grandi vecchi" dell'antropologia contemporanea. Recentemente ha rivolto la sua attenzione all'intricato rapporto tra storia, antropologia e colonialismo.
dello stesso autore
UN GROSSO SBAGLIO - l'idea occidentale di natura umana
LA PARENTELA COS'È E COSA NON È -
percorsi di lettura
ANTROPOLOGIA
POLITICA E SOCIETA'