home page borsa acquisti
editrice elèuthera foreign rights media catalogo universita percorsi eventi contatti  
scheda libro
| | stampa scheda
 
scarica immagine
Amborn
LA GIUSTIZIA ANARCHICA DEI POPOLI SENZA STATO

traduzione di Nino Muzzi

Giugno 2021
prefazione di Thom Holtermann
 
l'opera
In un'epoca di diffusa disaffezione nei confronti del sistema politico occidentale, potere giudiziario compreso, la ricerca sul campo fatta da Amborn sposta l'attenzione sulle società senza Stato e sulle loro pratiche egualitarie. Non per riprodurle, ma per utilizzarle come una feconda fonte di ispirazione per una giustizia non gerarchica.

Quando si parla di diritto, sono in molti a pensare non solo che il pensiero giuridico occidentale sia quello più avanzato ma che le sue istituzioni siano quelle più oggettive ed efficaci. Lo studio di Amborn dimostra invece che sono esistite ed esistono forme alternative di amministrazione della giustizia che si sono sviluppate al di fuori della logica statuale propria a questo pensiero. A partire dai suoi studi sulle popolazioni del Corno d'Africa, e prendendo in considerazione un vasto numero di casi giuridici concreti, Amborn esamina in dettaglio come si possano ottenere soluzioni consensuali grazie a una comunicazione condivisa e come si possa arrivare a decisioni accettate da tutta la collettività in situazioni in cui non vige il monopolio della violenza. Scopriamo allora che le forme di società in questione, spesso liquidate come "Stati falliti", non sono affatto delle semplici reliquie del passato, ma sono istituzioni sociali viventi capaci di regolamentare efficacemente la società al di fuori dell'immaginario statuale e del principio gerarchico che lo sorregge.
l'autore [scheda autore]
Hermann Amborn (Braubach 1933), è Professor Emeritus di antropologia alla Ludwig-Maximilians-Universität di Monaco di Baviera.
percorsi di lettura
ANTROPOLOGIA
PENSIERO ANARCHICO E LIBERTARIO