home page borsa acquisti
editrice elèuthera foreign rights media catalogo universita percorsi eventi contatti  
scheda libro
| | stampa scheda
 
scarica immagine
Wolff
IN DIFESA DELL'ANARCHIA

traduzione di Guido Accolti Gil e Amedeo Bertolo

Aprile 2020 - I ed. 1999
 
l'opera
Una riflessione a tutto campo, sul rapporto fra autorità e autonomia così come sulla fragilità del consenso raggiunto attraverso la rappresentanza, che ha molto da dire sull'attuale impasse in cui sembrano cadute molte democrazie occidentali.

Quali sono i fondamenti su cui poggia la legittimità dello Stato, ovvero del paradigma che conforma il nostro pensiero politico? In questo saggio che anticipa l'attuale crisi della rappresentanza, Wolff sviluppa una serrata critica alla «metafisica dello Stato», con cui sostiene l'incompatibilità tra autorità politica statuale e autonomia morale del singolo. Una destrutturazione argomentata della democrazia rappresentativa – a favore di una democrazia diretta vista come anarchia positiva – che mina alle fondamenta l'intera teoria politica tradizionale, riaprendo in tutta la sua complessità la questione della legittimità del potere.
l'autore [scheda autore]
Robert Paul Wolff (New York City, 1933), filosofo, è professor emeritus alla Massachusetts State University di Amherst
percorsi di lettura
FILOSOFIA POLITICA ED EPISTEMOLOGIA
PENSIERO ANARCHICO E LIBERTARIO