home page borsa acquisti
editrice elèuthera foreign rights media catalogo universita percorsi eventi contatti  
scheda libro
| | stampa scheda
 
scarica immagine
Mercier Vega
LA CAVALCATA ANONIMA

traduzione di Gaia Cangioli

Marzo 2019
Prefazione di Marianne Enckell
 
l'opera
Quello che ho fatto è stato vivere le lotte sociali rispondendo ogni giorno ai problemi quotidiani, combattere con la certezza che ogni colpo inferto si ripercuote anche su chi colpisce, costruire la mia teoria tenendo ben saldi i piedi per terra e non negando mai la realtà per idolatria dei princìpi.

Prefazione di Marianne Enckell

Marsiglia, settembre 1939. La Germania ha appena invaso la Polonia. Parrain cammina veloce. Non gli piace esporsi agli sguardi indagatori del poliziotti che presidiano tutta la città. Il suo passaporto svizzero è contraffatto a regola d'arte, ma è sempre meglio non rischiare. Sta andando in un bistrot del Vecchio Porto dove è sicuro di incontrare Mario, un antifascista romagnolo che ha conosciuto qualche anno prima in Spagna, quando entrambi combattevano nelle milizie anarchiche. Ora, insieme a migliaia di fuoriusciti italiani, di esuli tedeschi e di profughi spagnoli sfuggiti alla vendetta di Franco, è anche lui intrappolato nel sud della Francia. Con la guerra alle porte.

Questo racconto, scritto quasi in forma autobiografica da chi è stato protagonista di quegli eventi, parla con ritmo asciutto e serrato dei tanti antifascisti in fuga che allo scoppio della seconda guerra mondiale – senza documenti, senza soldi e senza diritti – affollano le strade di Marsiglia nella speranza di un passaggio in nave che li porti in salvo. Braccati dalle dittature che hanno trionfato in patria e perseguitati in quanto «apolidi» da quelle stesse democrazie liberali che si proclamano antifasciste, le loro vite sono appese a quel filo di solidarietà militante, sottile ma resistente, che lega i combattenti per la libertà e ne rende possibile la clandestinità. Certo, la situazione appare disperata, ma questi uomini – e queste donne – che non si arrendono agli incubi del presente sanno bene che la cavalcata anonima che hanno condiviso non si fermerà. Nonostante le sconfitte. Queste sono le loro storie narrate da chi era lì con loro e ne ha condiviso le paure e le speranze, la rabbia e la determinazione.
l'autore [scheda autore]
Louis Mercier-Vega (Bruxelles, Belgio, 6 maggio 1914 — Collioure, Francia, 20 novembre 1977) (nome di nascita: Charles Cortvrint; pseudonimi: Charles Ridel, Santiago Parane) è stato un attivista, propagandista, pensatore libertario.
percorsi di lettura
STORIA E STORIE