home page borsa acquisti
editrice elèuthera foreign rights media catalogo universita percorsi eventi contatti  
scheda libro
ESAURITO | | stampa scheda
 
Chiaramonte, Frezza, Tozzi
DONNE SENZA RINASCIMENTO



1991
prefazione di Giorgio Galli
256 pp.
€ 15,49
EAN 9788885861169
 
l'opera
Nel 1589, a Lucca, la "strega" Crezia Mariani viene condannata al rogo. Storia esemplare di una alleanza apparentemente contro natura tra un cattolicesimo ormai pronto per la Controriforma e un Rinascimento che sta imponendo anche all'arte medica un suo paradigma meccanicistico di scientificità. La colpa di Crezia è quella di curare le malattie, tramite l'impiego di erbe e di formule propiziatorie, e di essere, allo stesso tempo, donna e illetterata. Occupa cioè "abusivamente" lo spazio che la nascente ma già robusta corporazione medica considera suo proprio. È così, dapprima con varie sanzioni e poi con i roghi, che vengono stroncate tutte le tradizioni di "medicina artigianale" fatte di esperienza diretta, conoscenze generali e abilità manuali e sensoriali – che contrastano con il modello scientifico ormai vincente in seno ai Collegi medici.
l'autore [scheda autore]
Enrica Chiaramonte (La Spezia, 1931), giornalista e scrittrice, insegna Storia e Filosofia in un liceo romano.
l'autore [scheda autore]
Giovanna Frezza, laureata in Pedagogia a Roma, è insegnante elementare.
l'autore [scheda autore]
Silvia Tozzi (Siena, 1937), dopo un master al Bryn Mawr College (USA), ha collaborato con vari istituti di ricerca italiani.
percorsi di lettura
SCIENZA E SOCIETA'
STORIA E STORIE